Differenze Tra Franchigia E Deposito Cauzionale

franchigia deposito cauzionaleQuando si noleggia un’auto, occorre rilasciare dei dati che verranno richiesti al momento del ritiro del veicolo. Il centro noleggio, infatti, ha l’obbligo di chiedere al cliente la registrazione dei numeri della carta di credito a scopo di garanzia e tramite questa operazione verrà bloccata la cifra del deposito. A questo punto bisogna chiarire la differenza che c’è tra franchigia e deposito cauzionale che, contrariamente a quanto credono molte persone, sono due cose ben diverse.

Deposito cauzionale

Il deposito cauzionale viene richiesto solamente per il noleggio di scooter e moto e può variare da € 200,00 ad € 500,00 a seconda del mezzo noleggiato. Sia scooter che moto non hanno la copertura assicurativa Kasco perchè nessuna compagnia assicurativa la prevede. Il deposito cauzionale viene chiesto dunque come garanzia, sempre tramite carta di credito, e prevede eventualmente il pagamento di danni non rimborsabili dalle assicurazione e dalle franchigie come ad esempio multe o anche danni agli arredi e accessori, causati da disattenzione e negligenza del cliente. Sia deposito che franchigia sono pagabili solo tramite carta di credito e non attraverso contanti, bancomat o assegni.

La franchigia

Di solito nella tariffa del noleggio è inclusa RCA E KASKO con franchigia. La franchigia è l’importo che, in caso di danni alla vettura, non viene coperta dall’assicurazione e che deve corrispondere il cliente e varia dai 500,00 ai 1500,00 euro in base al tipo di veicolo noleggiato. L’assicurazione in questo caso copre danni che non sono causati per dolo o da infrazioni del codice della strada. Inoltre, la franchigia viene trattenuta in caso di urto o danneggiamenti all’autovettura noleggiata, in caso di urto con un altro veicolo o motociclo, ecc… , e in questi casi bisogna avvisare immediatamente il noleggiatore. Il mezzo è assicurato solo per il periodo di noleggio indicato sul contratto, incluse eventuali estensioni, pertanto, fuori da tale periodo, l’assicurazione declina ogni responsabilità per danni o incidenti per i quali dovrà rispondere direttamente il Cliente.

Ricordare che il titolare della carta di credito deve essere presente al momento del ritiro del veicolo per il riconoscimento.

Quanto costa l’assicurazione auto a Roma? prezzi e risparmio online

Assicurazione-Rc-Auto-2014-prezzi-e-tariffeIl prezzo dell’assicurazione auto è uguale in tutte le città italiane? Quanto costa assicurare l’auto a Roma? Sono domande che in tanti si pongono, per capire quale siano i costi della polizza Rc auto nella loro città; in effetti le tariffe delle compagnie assicurative non sono le stesse in tutta Italia e a Roma, in particolare, risultano leggermente superiori alla media nazionale. Per capire l’andamento tariffario della polizza online per chi vuole assicurare l’auto a Roma si può fare riferimento a diversi servizi web, che riportano periodicamente i dati provenienti dagli osservatori Rc auto, strumenti informativi che forniscono aggiornamenti in merito alle tendenze del settore assicurativo.

Ecco allora che per quanto riguarda Roma e provincia, il prezzo dell’assicurazione è leggermente più alto rispetto a quello della tariffa media italiana. Per quanto riguarda il mese di luglio 2016, ad esempio, il costo di una polizza auto è di circa 10 euro superiore a quello medio, con un incremento, rispetto a 6 mesi prima, dell’1,74%. Come risparmiare a Roma, dove l’assicurazione è più cara? la soluzione è fare affidamento sulle compagnie assicurative online, calcolando diversi preventivi via web per poi scegliere non solo l’offerta economicamente migliore ma anche quella più vicina alle propria esigenze; anche a Roma e provincia, si potrà risparmiare una buona quota e assicurare il proprio veicolo al miglior prezzo.

Assicurazioni: incidenti in calo ma costi delle Rc auto crescono, perchè?

Perché se gli incidenti calano, i costi delle assicurazioni aumentano? E’ una domanda che si pongono in molti, non riuscendo a capire cosa provochi l’incremento delle tariffe delle Rc Auto anche negli anni caratterizzati da una diminuzione degli incidenti stradali. Una vera anomalia, un controsenso che non sembra trovare alcuna spiegazione logica. Basti pensare che nel 2015 le assicurazioni non hanno subìto sostanziali variazioni di costi nonostante il calo di sinistri registrato nel 2014, rispetto all’anno precedente (4.671 incidenti in meno, pari al 6%) con le compagnie assicurative che hanno fatto registrare un utile netto di gran lunga superiore a quello degli anni precedenti.

Ma quali sono i motivi? su tutti c’è il calo, da parte dei clienti, delle denunce di incidenti, che ha comportato una netta diminuzione dei danni rimborsati. Il calo del Pil e la conseguente recessione sono i principali responsabili del drastico calo delle denunce di sinistri poichè si tende ad utilizzare meno l’auto. Stessa cosa vale per l’aumento del prezzo della benzina: più sale, meno incidenti si verificano, con importanti benefici per le compagnie assicurative. Inoltre i costi delle assicurazioni auto fanno registrare più incrementi che cali tanto che oggi, rispetto a 20 anni fa, si spende quasi il triplo in più per assicurare la propria macchina. L’Italia ha le Rc auto più care d’Europa, a causa di diversi fattori, su tutti l’alto numero di frodi ai danni delle compagnie assicurative, anche se negli ultimi anni il prezzo medio ha cominciato a ridursi ma, data l’importante riduzione di incidenti e costo dei risarcimenti, il calo dei costi delle assicurazioni è molto limitato.

Assicurazione auto a rate: vantaggi e svantaggi della rateizzazione polizza auto

L’incedere della crisi economica ha portato un numero crescente di persone a valutare con sempre maggior attenzione la rateizzazione di quei pagamenti che in passato venivano saldati in un’unica soluzione. Tra questi anche l’assicurazione auto, che rappresenta una spesa annuale fissa per tutti i proprietari di un veicolo (anche a due ruote), una voce di bilancio insomma quasi sempre presente e che in molti hanno iniziato a pagare a rate. Sono numerose le compagnie assicurative che hanno da tempo introdotto la rateizzazione della polizza, cercando in tal modo di venire incontro alle esigenze dei clienti che faticano, a fine anno, a sobbarcarsi l’intera somma dell’assicurazione da pagare.

Ma pagare l’assicurazione auto a rate ha vantaggi o vi sono anche svantaggi? Certamente la rateizzazione della polizza auto non è particolarmente conveniente per chi può godere di una liquidità mensile pressochè costante, mentre risulta conveniente per chi possiede diverse auto assicurate, perchè pagare l’assicurazione a rate consente di diluire la somma delle diverse polizze in un lungo periodo, anzichè in un solo momento dell’anno. In questo modo la quota da versare non andrà a gravare pesantemente sul bilancio economico della famiglia.

In conclusione, il pagamento a rate della polizza, con cadenza mensile o trimestrale, rappresenta certamente un vantaggio per il cliente di una compagnia assicurativa purchè analizzi con attenzione le diverse proposte del mercato, individuando quella più adatta al proprio budget.